Volete una quantità minore di un bene? Rendetelo un “diritto”

John Tamny, su Forbes, cita Mises per spiegare come l’unico modo di avere assistenza sanitaria a basso costo sia quello di averne prima una costosa e come il sentiero che conduce ad un’assistenza sanitaria per pochi eletti sia quello di una gestione pubblica “libera” ed “accessibile”.

“L’assistenza sanitaria non è un diritto inalienabile come la Sinistra ritiene. Come potrebbe esserlo, dal momento che è venuta ad esistenza solo recentemente e non per la maggior parte del mondo?” – Bill Flax, The Courage to Do Nothing, p. 112.

Nel suo libro del 2007, A Farewell to Arms, Gregory Clark sottolinea come ‘lo stile di vita attuale del ricco predice la nostra situazione futura nel caso in cui la crescita economica dovesse persistere’. Clark stava elegantemente incanalando il pensiero di Andrew Carnagie che, molto tempo fa, proclamò ‘il capitalismo trasforma i lussi in necessità’ e quello di Ludwig von Mises, che scoprì come ‘ogni avanzamento economico arriva prima come lusso di pochi, per poi diventare, dopo tempo, necessità, data per scontata, per tutti’.

… il primo passo per rendere l’assistenza sanitaria un bene onnipresente è vietare per sempre la nozione per cui essa rappresenti un ‘diritto’.

Questo è essenziale poiché tutto ciò che viene rappresentato come ‘diritto’ non lo sarà mai per definizione. Le automobili non sono disseminate nel mondo perché sfortunati politici, 100 anni fa, li considerarono come un bene che tutti dovevano possedere. Al contrario, le automobili iniziarono ad emergere come beni di lusso posseduti da pochi e intraprendenti fortunati; poiché, però, fu concesso alle forze di mercato di prevalere, ciò che era una volta oscuro divenne presto chiaro e alla portata di tutti.

Effettivamente, come von Mises ha utilmente osservato, il lusso è ‘essenzialmente storico’. Applicate questa verità all’assistenza sanitaria; poiché i cellulari, i personal computer e le televisioni a schermo piatto erano una volta solo gadget sgargianti posseduti dai ricchi, gli imprenditori videro possibilità di profitto in tutti e tre i settori. Con le cure mediche e con un occhio alla salvezza del maggior numero possibile di vite, è importante che i dottori salvino le vite di coloro che possono sostenere trattamenti unici e molto costosi. Dobbiamo abbracciare questa visione poiché, come sempre accade nel libero mercato, ciò che entra come oscuro finisce per diventare una necessità che tutti diamo per scontata”.

 

Articolo di Daniel James Sanchez  su Circle Bastiat