Il denaro è la radice di tutti i mali?

L’amore per il denaro è la radice di tutti i mali, una cosa che abbiamo sentito sin da quando eravamo giovani. Ma questa è una dichiarazione accettabile? Davvero il denaro è la radice di tutti i mali? L’uomo moderno sa di cosa sta parlando quando ragiona così o la sua mancanza di esperienza di denaro reale pesa troppo sul modo in cui vede il mondo? Mark Twain disse che la mancanza di denaro è la radice di ogni male e più ho meditato su questo concetto più mi sono chiesto: la mancanza di denaro nella civiltà moderna è la radice di tutti i mali?

Prima di tutto dobbiamo presentare la nostra definizione di denaro. Il denaro è un mezzo di scambio in una qualsiasi società. Oggi, le nazioni del mondo usano la moneta fiat come mezzo di scambio ufficiale. Ma questa moneta fiat è davvero denaro?

La tesi contro la moneta fiat come denaro è semplice. La sua natura obbligatoria non lo rende un buon candidato per il mezzo di circolazione in una società armoniosa. Noi, come individui, siano tenuti ad utilizzarlo per legge (forza), come decretato dai colossi della burocrazia. Questo è uno stato innaturale per il denaro, poiché i mezzi di scambio sono più efficaci quando sono volontari. Essere costretti a usare un determinato mezzo non costituisce denaro, ma, invece controllo. E’ forse più corretto chiamare il Dollaro Americano, per esempio, un mezzo di controllo piuttosto che un mezzo di scambio.

Il denaro è la linfa vitale di una civiltà e la linfa vitale di questa civiltà viene impoverita della nutrizione e circola debolmente. Non c’è vita qui; proprio come il corpo umano deve far circolare la sua nutrizione attraverso il sangue, così anche la civiltà attraverso il denaro fa circolare i beni e servizi necessari che danno origine al suo carattere funzionale, ma essa è stata agganciata a conservanti vuoti per millenni e così il suo carattere è letargico ed incline a scoppi di rabbia con conseguente, come sapete, episodi di genocidio. La psicopatia della civiltà è il risultato di una terribile dieta monetaria che è l’impeto della miseria in tutti gli strati della società; siamo indubbiamente ridotti in schiavitù attraverso il mezzo che dovrebbe aiutarci ad essere liberi.

C’è una differenza evidente tra il denaro e il denaro fiat: considerando che il denaro nasce attraverso prove ed errori e sopravvive grazie alla sua praticità, la moneta fiat può nascere solo tramite la forza del governo. Non c’è altro modo con il quale il denaro fiat potrebbe venire in uso in una cultura; è semplicemente troppo poco pratico. Chi vuole essere costretto a fare qualcosa? Togliete l’indottrinamento che inizia in giovane età – deve iniziare in giovane età in modo che possa veramente mettere radici in un individuo durante la sua vita – e nessuno vorrebbe avere più a che fare con la moneta fiat. Dobbiamo averla in modo da pagare le indulgenze allo stato o ricevere un bene o un servizio da una corporazione rigida i cui i decisori sono probabilmente in ferie. Lo stato impedisce ad ognuno di noi di decidere di introdurre il nostro tipo di denaro nelle nostre comunità e allora potremmo diventare vittima di una di quelle “esplosioni di rabbia” di cui sopra.

In una cultura sana, l’onere sarebbe il nostro nello scegliere che tipo di denaro utilizzare. In una società libera, sarebbero disponibili sul mercato molte valute concorrenti e qualsiasi persona o compagnia avrebbe la libertà di introdurre il proprio denaro. La domanda successiva è: “qual è la domanda per questa nuova moneta che è stata introdotta sul mercato?’

Attraverso prove ed errori, l’individuo imparerebbe quale tipo di denaro disponibile si adatta meglio allo stile di vita che desidera intraprendere; come un bambino, uno potrebbe essere determinato ad usare, non so, per esempio, i beanie babies (ndt.: peluche per bambini) come sua scelta monetaria (Ricordate la manìa che ha spinto gli adulti ai McDonalds per avere un beanie baby?).

Ora, quello che il bambino dovrà imparare è che non vi è alcuna richiesta di beanie babies proprio come non vi è alcun motivo pratico per usarli come denaro. Dopo essersi ripresi per la delusione nel vedere respinto dall’ipocrisia del commercio un mezzo di scambio privilegiato, il bambino apprenderà quello che lui o lei può usare come denaro e prendere, quindi, una decisione corretta.

Così, mi sono reso conto: un grande problema della civiltà – che è un problema di per sé – è la mancanza di denaro. Non esiste una cosa come il denaro nel mondo di oggi – solo controllo. Quello che oggi definiamo denaro – valuta fiat – non è affatto denaro, ma una condizione decretata dell’uomo; si tratta di un mezzo di controllo e poco più.  Solo perché rassomiglia al denaro, ricorda il denaro ed è molto simile al denaro (non che la Banconota della Federal Reserve somigli a nulla di simile una volta che l’indottrinamento viene rotto) non significa che sia denaro. Non lasciatevi ingannare,  Twain aveva ragione: nella nostra civiltà di oggi, la mancanza di denaro – e l’inganno fiat in quanto tale – è la radice di ogni male. Mi spingerei a dire che questa mancanza di denaro è il nucleo del controllo della classe dominante.

Articolo originale di Justin O’Connell su Mises Canada

Traduzione di Francesco Simoncelli