Albert Jay Nock: una voce della “Old Right” contro il New Deal. Conclusioni

(Il testo integrale dell’elaborato di Patrick Rota sarà successivamente disponibile nella sezione “Materiali”).

nockenemyCome si è potuto osservare, l’opposizione di Albert J. Nock al New Deal non è certo confinata al biasimo verso l’introduzione della singola riforma o dell’ennesima agenzia federale. Egli si interessa della teoria generale sottostante l’opera di Roosevelt e ne analizza i fondamenti teorici. Ogni critica esternata pertanto, anche se proveniente dai più diversi punti di vista, non è altro che una diversa sfaccettatura riconducibile all’unico impianto teorico generale di cui si serve per studiare l’individuo e la società.

E’ rarissimo vederlo attaccare direttamente l’AAA, il WPA oppure la NRA; Nock guarda al piano generale di cui il New Deal è strumento e ne intuisce le pericolose conseguenze: il potere dello Stato, organizzazione essenzialmente anti – sociale, eroderà il potere della società. E’ qui che entra in campo l’importanza della libertà.

Dopo aver studiato e compreso le dinamiche del comportamento umano grazie alle tre leggi fondamentali (descritte nel primo capitolo), Nock si preoccupa di difendere la libertà individuale dalle insidie dello statalismo.

Appellarsi ai diritti inviolascbili di ogni uomo è il primo passo per un libertario del suo calibro: il nostro denuncia la deriva verso la tirannia e la schiavitù, inevitabile qualora questi diritti vengano sopraffatti dall’espansione del potere statale. Ma non è tutto.

La parte probabilmente più interessante riguarda il ruolo della libertà intesa come incentivo e stimolo per i membri della società. Sembra, e la seguenteè una considerazione assolutamente personale, che Nock ponga un risultato desiderabile, una società sana ed onesta, e poi vada a ritroso per capire come arrivare a tale obiettivo. I passi sono pochi e fondamentalmente semplici: la buona civilizzazione è il prodotto di una solida e corretta moralità; questo tipo di moralità può svilupparsi unicamente in un contesto libertario.

Sono queste le motivazioni principali per le quali egli disapprova ed osteggia il New Deal. Nock, assieme a molti compagni della “Old Right”, guarda al lungo periodo, agli effetti che lo statalismo avrà sull’individuo e, di riflesso, sulla società. Interpreta le politiche pubbliche degli anni Trenta come un’unica globale strategia derivata dalla fallace dottrina collettivista.

Se da un lato questo approccio può forse essere incolpato di avere un contatto marginale con i fatti reali e i dati verificabili (accusa che, ad esempio, possono rifuggire le analisi prettamente economiche basate sui “numeri” del New Deal), dall’altro ha l’indubbio merito di potersi estendere al di là del periodo storico in cui è stato concepito. L’analisi di Nock non isola il New Deal, non lo reputa un episodio a sé stante; esso è solamente un altro atto della continua lotta tra potere statale e potere sociale.

Patrick Rota

Link alla prima parte

Link alla seconda parte

Link alla terza parte

BIBLIOGRAFIA:

American Presidency Project, Franklyn D. Roosevelt: 156 – Exchange of Letters and Telegrams between the President and Senator Thomas D. Schall, August 24th, 1934. Reperibile alla pagina web http://www.presidency.ucsb.edu/ws/?pid=14746. Il progetto American Presidency Project gestisce l’archivio online al sito web http://www.presidency.ucsb.edu.

CATO Institute, Three Women who Launched a Movement. Reperibile al sito web http://www.cato.org/special/threewomen/index.html.

Cram, Ralph Adams (1932), “Why We Do Not Behave Like Human Beings”, The American Mercury. September 1932, p. 41.

Crunden, Robert M. (1964), The Mind and Art of Albert Jay Nock. Chicago: Henry Regnery.

Flynn, John Thomas (1944), As We Go Marching. Seconda edizione (1973). New York, NY: Free Life Editions, Inc.

Flynn, John Thomas (1948), The Roosevelt Myth. New York, NY: The Devin-Adair Company.

Garret, Garet (1938), “The Revolution Was”, Ex America: The 50th

Anniversary of the People’s Pottage. Edizione 2004. Caldwell: Caxton Press. Reperibile al sito web http://www.lewrockwell.com/orig5/garrett1.html.

Greaves, Bettina Bien (2004), “Remembering Henry Hazlitt”, The Freeman. November 2004, Vol. 54 (11).

Hazlitt, Henry (1946), Economics in One Lesson. Edizione 1996. San Francisco: Laissez Faire Books.

Lane, Rose Wilder (1936), Give Me Liberty. Seconda edizione (1954). Caldwell: Caxton Printers.

Leuchtenburg, William (1963), Franklin D. Roosevelt and the New Deal (1932 – 1940) . New York: Harper & Row. Traduzione italiana a cura di Acquarone, Alberto (1968), Roosevelt e il New Deal (1932 – 1940) . Seconda edizione (1976). Roma –  Bari: Laterza.

Mencken, Henry Louis (1937), “Constitution for the New Deal”, The American Mercury. June, Vol. 41, pp. 129-136. Reperibile in forma ridotta al sito web http://www.lewrockwell.com/orig/mencken1.html.

Nock, Albert Jay (1922), The Myth of a Guilty Nation. New York: B.W. Huebsch, Inc.

Nock, Albert Jay (1928), On Doing the Right Thing and Other EssaysNew York: Harper & Brothers.

Nock, Albert Jay (1930), The Book of Journeyman: Essays from the “New Freeman” . New York: Publishers of the New Freeman, Inc.

Nock, Albert Jay (1932), The Theory of Education in the United StatesNew York: Harcourt, Brace and Company.

Nock, Albert Jay (1934), “The Value of Useless Knowledge”, Atlantic Monthly. May. Reperibile al sito web http://alumnus.caltech.edu/~ckank/FultonsLair/013/nock/useless_knowl edge.html.

Nock, Albert Jay (1935), “Life, Liberty, and…”, Scribner’s Magazine. March. Reperibile al sito web http://mises.org/daily/2412.

Nock, Albert Jay (1935), Our Enemy, the State. Terza edizione (1950). Caldwell: Caxton Printers.

Traduzione italiana a cura di Bassani, Luigi Marco (1994), Il nostro Nemico, lo Stato. Macerata: Liberilibri.

Nock, Albert Jay (1937), Free Speech and Plain Language. New York: William Morrow & Company.

Nock, Albert Jay (1940), “In Defense of the Individual”, Atlantic Monthy, June. Reperibile al sito web http://www.cooperativeindividualism.org/nock-albert-jay_defense-of-the-individual.html.

Nock, Albert Jay (1943), Memoirs of a Superfluos Man. New York: Harper & Brothers.

Nock, Albert Jay (1948), Journal of Forgotten Days: 1934 – 1935 . Hinsdale: Henry Regnery Company.

Nock, Albert Jay (1958), Snoring as a Fine Art and Twelve Other Essays. Rindge: Richard R. Smith Publisher, Inc.

Nock, Albert Jay (1985), Cogitations. Brani selezionati e arrangiati a cura di Thornton, Robert M. New York: The Nockian Society.

Nock, Albert Jay (1991), The State of the Union: Essays in Social Criticism. (edited by Hamilton, Charles H.), Indianapolis: Liberty Press/Liberty Classics.

Oppenheimer, Franz (1908), Der Staat. Frankfurt am Main: Rütten & Loening.

Powell, Jim (1995), “H. L. Mencken, America’s Wittiest Defender of Liberty”, The Freeman. September 1995, Vol. 45 (9).

Powell, Jim (1995), “Rose Wilder Lane, Isabel Paterson, and Ayn Rand:

Three Women Who Inspired the Modern Libertarian Movement”, The Freeman. May 1996, Vol. 46 (5).

Powell, Jim (1997), “Albert Jay Nock: A Gifted Pen for Radical Individualism”, The Freeman. March 1997, Vol. 47 (3).

Raimondo, Justin (1992), “John T. Flynn: Exemplar of the Old Right”,

Journal of Libertarian Studies. Vol. X, N. 2. Autumn 1992.

Rothbard, Murray Newton (1980), “The Old Right”, Inquiry. 27 October 1980, Vol. 18 (3), pp. 24-27.

Rothbard, Murray Newton (1990), “The life and death of the Old Right”, The Rothbard – Rockwell Report. September 1990.

Rothbard, Murray Newton (1994), “Life in the Old Right”, Chronicles Magazine. Reperibile al sito web http://www.lewrockwell.com/rothbard/rothbard45.html.

Rothbard, Murray Newton (2007), The Betrayal of the American Right. Auburn: Ludwig von Mises Institute.

Schlesinger, Arthur Meier Jr. (1958), The Coming of the New Deal: 1933-1935 (The Age of Roosevelt, Vol. II). Edizione 2003. New York: Mariner Books.

Stromberg, Joseph R. (1978), “Felix Morley: an Old Fashioned Republican Critic of Statism and Interventionism”, Journal of Libertarian Studies. Vol. 2, N. 3, pp. 269-277.

Sunwall, Mark (2007), “Economics as a branch of the Human Sciences: Albert Jay Nock’s Laws of Political Process”, College of Nursing Art and Science Hyogo Bulletin. Vol. 14, pp. 17-35.

Tucker, Jeffrey Albert (2007), “Who is Garet Garrett?”, Mises Daily. October 25th. Reperibile al sito web http://mises.org/daily/2751.