Le tasse e l’imbecillità

Qualunque imbecille può inventare e imporre tasse. L’abilità consiste nel ridurre le spese, dando nondimeno servizi efficienti, corrispondenti all’importo delle tasse”. Maffeo Pantaleoni (1857-1924), economista italiano. (www.wikiquote.org)

Una volta tanto vorrei passare da imbecille (persona di limitata capacità di discernimento e di buon senso o dal comportamento stolido).

Tempo fa scrissi un articolo in merito alla possibilità di trasformare una parte dei titoli con scadenza lunga a titoli irredimibili, la proposta ovviamente non ebbe successo. Oggi, leggo dai giornali on line, si vorrebbe e/o potrebbe applicare una patrimoniale …

EBBENE FACCIAMOLO! Come?

  1. Prendiamo i titoli di Stato BTP, CCT … e applichiamo una patrimoniale del 20% sul valore nominale;

  2. il balzello potrebbe diventare un credito d’imposta da distribuire in 10 anni, scalando gli importi dalle tasse.

Esempio:

  • Debito pubblico € 2.342 miliardi

  • Entrata nelle casse dello Stato 468,4 milioni

  • Differenza debito pubblico € 1.873,6 miliardi

RAPPORTO DEBITO/PIL:

1873,6 mld diviso 1.716,238 mld = 103.92% (?) invece del 131,5% (2017)

effectus …

Sono davvero un imbecille!