Il problema della doppia spesa: ciò che il white paper di Bitcoin ha risolto per sempre

Ricordo di aver letto per la prima volta il white paper bitcoin di Satoshi Nakamoto poche settimane dopo il suo rilascio. Ricordo anche la frase che ha catturato la mia attenzione:

“Proponiamo una soluzione al problema della doppia spesa utilizzando un server timestamp distribuito peer-to-peer per generare prove computazionali dell’ordine cronologico delle transazioni …”

Naturalmente, al momento, ho pensato: “Whoa, questo non può essere vero. Come è possibile trovare una soluzione peer to peer al problema della doppia spesa? “

Fino all’innovazione di Satoshi, la doppia spesa era il tallone d’Achille delle transazioni in valuta digitale: semplicemente non era possibile per un sistema digitale dimostrare che due o più persone diverse non spendevano lo stesso denaro digitale senza l’uso di un intermediario. Nonostante i progressi nei servizi e nei servizi di pagamento (gli antenati del bitcoin esistevano già in tecnologie come DigiCash), tutte le transazioni basate su Internet richiedevano ancora una terza parte attendibile come una banca, un governo o una società di carte di credito.

La fiducia è una componente di schemi di pagamento tradizionali come carte di credito, ACH o bonifici bancari, ma coinvolgere terze parti in pagamenti aggiunge delle frizioni sotto forma di costi di tempo e denaro. Questi schemi di pagamento affrontano tutti il ​​problema che il fiat money è uno strumento portatore basato su carta che può essere trasferito solo in persona, nel mondo fisico. Ciò presuppone che la carta moneta non possa essere copiata, il che, ovviamente, può essere.

Risolvere il problema della doppia spesa nel mondo digitale rende possibile il commercio quasi in tempo reale su tutto il pianeta senza considerare l’accesso alle banche, le denominazioni valutarie o la posizione geografica.

Penso che gran parte del successo di bitcoin sia che è stata l’idea giusta al momento giusto. Tra la crisi finanziaria del 2008 e il fallout e la successiva repressione dopo l’11 settembre, i regolamenti bancari e le best practices sono cambiati radicalmente.

Il risultato è stato che le banche stavano diventando sempre più inaccessibili per coloro “bloccati” nell’economia del contante: il trasferimento di denaro, i servizi di controllo e di addebito e l’ottenimento del credito sono diventati più difficili e costosi. Questa tendenza ha sicuramente avuto un impatto sui consumatori, ma ha anche creato un ostacolo più elevato per il retail banking e l’innovazione finanziaria.

Al momento della pubblicazione del white paper bitcoin, stavo costruendo una società nello spazio del mobile banking globale. Uno dei maggiori ostacoli alla crescita era la gestione di tutte le esigenze dei diversi requisiti bancari e normativi. Tali requisiti si trasformarono in vincoli che si dimostrarono insostenibili su larga scala.

Quindi, in quel contesto, la soluzione del problema della doppia spesa ha aperto una massiccia frontiera tecnologica che ha permesso la sperimentazione e la progettazione e l’implementazione di un nuovo settore finanziario. La vera bellezza del bitcoin è che si basa su un codice di computer open source e non è di proprietà o controllato da nessuno. È accessibile a livello globale in quanto l’unico requisito per partecipare alla nuova economia è un dispositivo connesso a Internet.

Proprio nel blocco genesi del bitcoin, Satoshi mette in guardia contro i salvataggi delle banche. La storia lascia indizi e coloro che non comprendono la storia sono condannati a ripeterla.

Una nuova economia?

Ma risolvere il problema della doppia spesa non era solo un traguardo importante nell’informatica. Abbiamo solo 10 anni, ma possiamo già vedere i risultati di vasta portata di ciò che può sembrare un’economia senza permesso e distribuita – e quali potrebbero essere gli impatti.

A questo punto, è chiaro che il bitcoin non è solo un nuovo set di funzionalità dell’economia esistente, ma sta alimentando la propria economia che sarà costruita su principi diversi da ciò che è venuto prima.

Eliminando la necessità di un middle-man centralizzato, bitcoin ha creato le basi per un’infrastruttura bancaria completamente nuova. In base alla progettazione, l’infrastruttura è incredibilmente sicura. È stato creato come protocollo che consente di creare altri livelli, app e servizi su di esso.

Ed è quello che stiamo vedendo ora l’emergere di fornitori di servizi bitcoin. Pensa a Lightning, Abra e LocalBitcoin come esempi reali.

Oggi le aziende stanno costruendo servizi bitcoin che vanno dagli scambi, che fungono da rampe di accesso e di uscita per trasferimenti di valore da sistemi legacy a sistemi basati su crittografia e viceversa. Le nuove aziende utilizzano bitcoin per ripensare credito e prestito, mentre altri utilizzano la tecnologia per rendere più semplice la creazione e la protezione di un’identità digitale.

Denaro programmabile

È emozionante pensare a tutto ciò che è stato reso possibile e sarà reso possibile grazie a bitcoin. Bitcoin ci dà la possibilità di costruire un futuro basato su denaro solido e programmabile.

In futuro, bitcoin renderà possibile ogni tipo di innovazione finanziaria. Ad Abra, siamo particolarmente interessati a rendere i soldi senza confini (la società è stata fondata per affrontare questo problema di trasferimenti di denaro da persona a persona quasi gratuiti e privati).

Siamo anche interessati a come il bitcoin consentirà il finanziamento di beni di consumo sotto forma di accordi di tipo pay-as-you-go. Consideralo un hardware-as-a-service, che non solo sarà enorme per l’adozione della tecnologia nelle economie in via di sviluppo, ma creerà anche opportunità per affrontare le questioni legate alla povertà e alla salute pubblica globale.

Prevediamo anche un mondo di microinvestimenti in azioni, obbligazioni, fondi comuni di investimento, ecc., Il tutto reso possibile dagli attributi monetari programmabili di bitcoin. I beni sintetici di Abra sono contratti collateralizzati con bitcoin che rendono oggi questo tipo di microinvestimento. Il nostro obiettivo è quello di democratizzare l’accesso alle opportunità di investimento su scala globale.

Le sfaccettature programmabili di bitcoin rendono queste idee possibili, e la maggior parte è che il consumatore o l’investitore non avrà nemmeno bisogno di sapere che sta utilizzando bitcoin. Proprio come l’utente internet di oggi non capisce i dettagli del TCP / IP quando guardano un video Netflix o Youtube, l’esperienza degli utenti bitcoin sarà un giorno invisibile e senza soluzione di continuità.

La soluzione del problema della doppia spesa ha aiutato a muovere Internet un passo più vicino alla sua promessa iniziale di una rete di informazioni aperta. Eliminando la necessità di terze parti affidabili, il bitcoin è diventato la base per la massima libertà economica.