Missing Image

Edoardo Buso

Ultimi lavori

Il salario minimo riduce l’occupazione

Missing Image
Da qualche tempo sento parlare di salario minimo europeo,le sinistre piu’ estreme  e il movimento cinque stelle puntano sull’introduzione di misure di questo genere.Bisogna ricordare però che nei paesi con bassa produttività una misura di questo genere causerebbe ancora piu’ irrigidimento nel mondo del lavoro.E’ vero che molti lavori sono sottopagati come i lavori stagionali (negli alberghi e bracciantili)e in quei casi bisognerebbe intervenire secondo me non relativamente al salario o alla paga che l’operatore riceve,ma bensi garantendo dei diritti unici e minimi uguali a tutti i lavoratori.Per esempio per i lavoratori stagionali che sono stati danneggiati dai contratti a… Leggi tutto

Perché è sbagliato basare lo stato ancora sul lavoro

Missing Image
E’ il primo maggio e i sindacati non sanno cosa fare,sono disoccupati perchè il lavoro si è spostato all’estero,è stato robotizzato,non esiste piu’ l’operaio massa taylorista e fordista,le masse operaie marxiste-leniniste,e anche il settore dei servizi se lo concepiamo solo come pubblico e assistenziale cioè fornito dallo stato è in grave crisi mentre cresce il debito pubblico in maniera esponenziale e lo spread può mettere in ginocchio uno stato. Studiando meglio gli economisti liberisti come Von Mises si capisce subito che il lavoro non è un mandato divino,non c’è nessuna divinità terrena o celeste che ci debba dare lavoro,il lavoro… Leggi tutto

In Italia servirebbe più tempo per la cultura

Missing Image
Mi sono chiesto se con l’automazione dei processi produttivi e con il maggior tempo libero di cui disponiamo effettivamente i cittadini possano farsi piu cultura.La realtà è ben diversa,perchè il lavoro di oggi è talmente flessibile e difficile da gestire che le persone non hanno il tempo di ripassare quello che hanno imparato a scuola.Anzi quello che si è imparato a scuola di storia,geografia,diritto ecc non può essere sfruttato da grandi masse ,ma solo da persone che fanno parte di un elite:politici,avvocati,storici,professori,presentatori televisivi,giornalisti. Non saremmo piu liberi se potessimo fare la scelta come diceva un grande economista come Von Hajek… Leggi tutto

Mobilità pubblica, autobus kafkiani e incubo partecipate: l’Italia è ferma

Missing Image
Dalle pagine di alcuni giornali online leggevo delle difficoltà delle persone che vivono a Roma nello spostarsi in autobus. Roma è l’esempio lampante del degrado a cui si può giungere se si affida un servizio di mobilità di fondamentale importanza a aziende che non sanno nemmeno cosa voglia dire “mercato” e “efficienza”. Ma se a Roma con l’Attac e gli autobus che prendono fuoco siamo arrivati al culmine della disintegrazione italica dei servizi al cittadino,nemmeno nel resto di Italia i servizi pubblici sono efficienti e competitivi con quelli delle maggiori democrazie europee. In Italia non si assiste come a New… Leggi tutto