Missing Image

Ezio Pozzati

Ultimi lavori

La Fed è ora dipendente dalla politica dell’allentamento monetario

Missing Image
“Penso che abbiamo molto più problemi con la Fed che con chiunque altro”, ha detto il presidente degli Stati Uniti Donald J. Trump il 20 novembre 2018. Mentre la stampa, gli economisti convenzionali (mainstream) ed i banchieri gridano al lupo al lupo, il presidente degli Stati Uniti mette il dito sulla piaga: la Fed è fonte di notevoli problemi economici e politici. Emettendo il dollaro USA dal nulla, mette in moto barriere insostenibili, che prima o poi si trasformeranno in un fallimento. La Fed, inoltre ampliando la quantità in dollari USA attraverso l’espansione del credito, alimenta lo “stato profondo” (organizzazione… Leggi tutto

Roba da ricchi

Missing Image
In tanti richiedono una patrimoniale sui titoli di stato italiani. Una delle ultime uscite è quella dei tedeschi della BUNDESBANK (che “prenota” congelando l’invenduto dei titoli di stato della Germania, i cosiddetti BUND, per quanto mi consta) e, addirittura, ci dicono anche di quanto. Il 20%. Ok! Stabiliamo una regola: solo tutti i patrimoni superiori al milione di euro. Allego questa tabella di com’è composto il debito italiano per semplice conoscenza. Ora, la BUNDESBANK (BUBA per gli amici) pensa che il circa 84.2% dei sopraelencati sia d’accordo? La BUBA ritiene che tutte le parti in causa non abbiano una lobby… Leggi tutto

La psicologia del consenso sistemico

Conosciamo tutti troppo bene le opinioni consolidate che rifiutano il cambiamento. Non ha niente a che fare con i fatti. La mente di Officialdom (usato per riferirsi a quelle persone che hanno una posizione di autorità, specialmente nel governo, di solito quando ti impediscono di fare ciò che vuoi o sono lenti o non efficaci. dictionary.cambridge.org) è spesso saldamente chiusa a tutte le ragioni sui grandi problemi. Per apprezzare il motivo per cui dobbiamo capire la psicologia della folla dietro il consenso sistemico. È il motore lontano che guida il generatore che fornisce l’elettricità che ci porta in disastri ripetitivi… Leggi tutto

9 agosto 2007 – … dicembre 2018

Missing Image
La grande depressione 1873 – 1895 ebbe l’incredibile durata di 22 anni e toccò tutti i principali settori dell’economia dell’epoca ossia: l’agricoltura e l’industria generando una scarsa circolazione monetaria conun marcato a carattere recessivo. Queste conseguenze produssero sistematicamente la deflazione. Per tutta risposta si innescarono i licenziamenti e, quindi per mancanza di lavoro, a loro volta generarono riduzioni salariali e si videro migrazioni dalle campagne verso le città. Ovviamente, come non dimenticare la stretta creditizia ed il crollo delle borse? Tutto ciò va focalizzato nel contesto geopolitico dell’epoca. Una delle risposte a tanto caos fu l’innalzamento delle barriere doganali. Per… Leggi tutto

Il G20 e la guerra finanziaria

Questo fine settimana, le nazioni del G20 si incontrano a Buenos Aires. La questione più importante sarà l’uso americano della politica commerciale, apparentemente per porre fine alle pratiche commerciali sleali della Cina. Invece, potrebbe segnare una pietra miliare significativa nella guerra fredda contro la Cina e guidare l’economia globale verso una crisi. Introduzione Il presidente Trump ha avviato la guerra commerciale con la Cina. C’è una diffusa convinzione che stia perseguendo la sua “arte di fare affari”, entrando in trattativa in modo aggressivo, per ottenere un compromesso soddisfacente. Quindi, il copione va avanti, la Cina sarà costretta ad abbassare le… Leggi tutto