Francesco Simoncelli

Francesco Simoncelli

Nato ad Arpino (FR) il 16 Maggio 1985. Fervido studente della Scuola Austriaca d’economia, ha inizialmente aperto il blog Francesco Simoncelli’s Freedonia nel 2010 come approfondimento alle questioni economico/politiche analizzate secondo un’ottica Austriaca e libertaria. Questo lo ha portato ad affinare le sue conoscenze della materia in modo da poter presentare i suoi articoli anche su siti con notevole risonanza nell’ambito dell’informazione economica: Yahoo Finanza, Miglio Verde, Rischio Calcolato, Movimento Libertario, Trend Online.
Autore del libro L’Economia E’ un Gioco da Ragazzi.
Nel 2012 partecipa alla fondazione dell’Associazione Von Mises Italia di cui è consigliere.
Dal 2013 ha iniziato una collaborazione editoriale col magazine online The Fielder, su cui scrive articoli di economia e finanza nonché saggi accademici d’approfondimento.
Nel 2015 entra a far parte dell’associazione Catallaxy Institute.
Collabora sporadicamente anche col blog Il Portico Dipinto.

Ultimi lavori

Fermi al 2011, ma stavolta è peggio

L’isterismo di questi giorno intorno alla situazione delle banche italiane, è qualcosa di davvero esilarante visto che è iniziata la classica corsa da parte dei policymaker alla rassicurazione più stupida. Ormai è fin troppo evidente alla maggior parte delle persone come questi clown non siano altro che degli sciamani voodoo che millantano di possedere l’elisir di lunga e perenne crescita. E clown non è affatto una parola forte riferita a gente come Padoan o Angela Merkel, i quali si sforzano di raccontare le sciocchezze più grandi solo per calmare le acque. Questa gente ha la minima idea di cosa sia,… Leggi tutto

Paperone ci spiega l’economia

Una delle tesi dei cosiddetti “signoraggisti”, movimento che ispira la riforma monetaria proposta dal M5S, è quella secondo la quale idealmente lo Stato dovrebbe battere moneta in modo da poterne creare quanta necessaria per evitare di indebitarsi con altri soggetti. Strettamente collegato a questo argomento, tra i propositi del M5S c’è anche quello di fornire un “reddito di cittadinanza” a tutti gli italiani (suppositamente tra coloro in qualche modo definiti poveri), in modo che sia possibile vivere in maniera dignitosa ed affrancarsi finalmente dalle pene lavorative. La prima domanda che si dovrebbe fare ad una proposta del genere sarebbe quella… Leggi tutto

Le conseguenze del Brexit

È così la Gran Bretagna ha deciso: fuori. Inutile dire che il panico s’è diffuso tra tutti quei cori che continuano a tessere le lodi di un’unione coatta dei popoli. Ignorano cosa sia la libera associazione. Ignorano cosa siano le libertà individuali. Sono apologeti di un ordine sociale top-down. Blaterano di libertà, in realtà ciò che intendono è esattamente l’opposto. Sono i figli deformi di quel progetto che Jean Monnet e Raymond Fosdick idearono a tavolino all’inizio del XX secolo. L’Europa altro non è che un esperimento della pianificazione centrale in cui, attraverso il cavallo di troia del libero commercio… Leggi tutto

TSA, Brexit e l’implosione del mostro burocratico

Sono dell’idea che l’esperienza personale sia un ottimo modo per trasmettere concetti generali alla maggior parte delle persone. Probabilmente perché è possibile condividere con altri eventi similari che hanno caratterizzato le nostre vite. In questo modo entrare in sintonia con i lettori è decisamente più facile. Non solo, ma il messaggio rimane impresso senza il bisogno di un fiume di parole o opera di convincimento.   UN TRANQUILLO WEEKEND DI… SICUREZZA Oggi è una serena giornata estiva. Fuori ci sono -52° ed è soleggiato. Trentanovemila piedi dal suolo non sono l’ideale per prendere una boccata d’aria. Ciononostante, la vista dello… Leggi tutto

L’Italia ha ottenuto l’accesso a prestiti “straordinari” da €150 miliardi per salvare le banche

Come abbiamo notato oggi, le voci di un salvataggio bancario italiano, che sono circolate lunedì mattina e sono state prontamente negate dalla Merkel il giorno dopo, sono diventate più forti dopo la pubblicazione di un articolo della Reuters in cui si diceva che il governo italiano stesse prendendo in considerazione modi più creativi per iniettare liquidità nelle banche italiane. Tuttavia si trattava solo di un antipasto al piatto principale, il quale è arrivato nella giornata di oggi, quando il Wall Street Journal, citando un portavoce del braccio esecutivo dell’Unione Europea, ha riferito che la “Commissione europea ha autorizzato… Leggi tutto