Missing Image

Gerardo Gaita

Ultimi lavori

Perché porre il lavoro come fondamento ultimo di una Repubblica è sbagliato

L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. Da un punto di vista morale la costituzione italiana ha un inizio che può essere considerato per alcuni suggestivo – viene collocato il lavoro a fondamento ultimo di tutta l’architettura costituzionale. Tuttavia, da un punto di vista economico e quindi scientifico siamo di fronte ad una presa di posizione che pretende di mettere il carro davanti ai buoi: allorché si è deciso di porre il lavoro come fondamento ultimo della Repubblica italiana si è, infatti, implicitamente messo a caposaldo delle relazioni economiche del paese la fallace teoria del valore-lavoro. La teoria del… Leggi tutto

Quello che c’è da sapere sul problema monetario

Un disequilibrio fra la domanda di mezzi di pagamento e la sua offerta che non viene corretto in tempo adeguato da un meccanismo di compensazione interbancaria, finisce per alimentare un processo di aggiustamento che si concretizza attraverso la variazione non uniforme dei prezzi. Queste variazioni sono al ribasso quando la domanda di mezzi di pagamento è superiore alla sua offerta e al rialzo quando la domanda di mezzi di pagamento è inferiore alla sua offerta. Entrambe le variazioni, producendo cambiamenti del potere d’acquisto che non colpiscono in maniera omogenea i diversi beni e servizi economici, sono perniciose in quanto ridistribuiscono… Leggi tutto

Alla base della razionalità economica

Il problema economico delle società consiste principalmente nel rapido adattamento ai cambiamenti che intervengono nelle particolari circostanze di tempo e di luogo. Di conseguenza, è sempre preferibile che le decisioni finali vengano prese da coloro che direttamente conoscono queste circostanze o comunque che vengano prese con la loro attiva collaborazione. Di qui l’importanza fondamentale della proprietà privata dei mezzi di produzione, sia sulla propria persona che sulle proprie cose: se ciascun individuo non è effettivamente il proprietario di sé stesso e delle proprie cose diviene praticamente impossibile attivare ed utilizzare al meglio la conoscenza dispersa tra le persone. Proprietà privata… Leggi tutto

Il fenomeno migratorio in una società libera

Un ordine basato sulla libertà individuale di scelta, consiste in libertà di offrire e libertà di domandare ed in ciò è insito il fatto che ogni richiesta può essere gestita in piena autonomia ed essere tanto accolta quanto rifiutata o cadere nel vuoto. La libertà è, infatti, assenza di impedimenti, ma questa condizione verrà realizzata solo se verrà rispettata la proprietà privata, sia su se stessi che sulle cose. Rispettando la libertà di ciascuno non si è grado di imporre alla società concezioni artificiali frutto della presunta conoscenza privilegiata di qualcuno in particolare, e questo in seguito ci permette di… Leggi tutto

Decrescita felice?

Tutte le critiche (negative) all’ordine di libero mercato possono essere descritte come il frutto di un eccessivo razionalismo (come avrebbe sostenuto von Hayek) oppure come il frutto di una rivolta contro la ragione (come invece avrebbe sostenuto von Mises). Quello che in ogni caso c’è di univoco è che il libero mercato ha dovuto praticamente da sempre scontrarsi con opposizioni scientificamente insostenibili. In tal senso, è doveroso ricordare che l’economia è una scienza, ma in quanto appartenente al mondo delle scienze dell’azione umana e non al mondo delle scienze naturali il suo procedimento d’indagine non può essere lo stesso di… Leggi tutto