Missing Image

Gianni Milano

Ultimi lavori

Conto alla rovescia per la crisi fiscale

L’attuale sistema italiano che accumula spesa pubblica senza copertura finanziaria che si aggiunge ad un debito pubblico già enorme è la ricetta per il disastro. In generale, ci preoccupiamo troppo dei deficit e del debito e certamente in numeri in rosso sono importanti, dovremmo però prestare maggiore attenzione a variabili quali il peso complessivo della spesa pubblica e la struttura del sistema fiscale. Detto ciò, la Grecia ha dimostrato che una nazione può sperimentare una crisi se gli investitori non credono più che un governo sia in grado di “servire” il proprio debito (cioè, di pagare gli interessi e di… Leggi tutto

Il lavoro è un diritto?

Missing Image
Negli anni ’50 e ’60, una delle espressioni più popolari tra i conservatori americani era ” diritto al lavoro”. Era un’espressione “in codice” per dire “norme anti-sindacali”. Ciò fu compreso sia dai sostenitori che dai nemici del sindacalismo. Gus Tyler (n.d.t. 1911-2011, attivista socialista e dirigente sindacale), scrisse nel 1967: “In quasi tutti i casi, tali leggi hanno lo scopo di imbrigliare le organizzazioni sindacali”. Dal punto di vista della persuasione politica tramite la retorica, la frase è stata un successo. Nel 1956, 18 stati avevano approvato leggi sul diritto al lavoro e solo la Louisiana aveva votato per l’abrogazione,… Leggi tutto

Tocqueville ed il Welfare State

[Il potere del governo] ricopre la superficie della società con una rete di piccole e complicate regole, minime ed uniformi, contro le quali anche le menti più originali ed i personaggi più energici non riescono a penetrare e ad innalzarsi al di sopra della folla. La volontà dell’uomo non viene frantumata, ma ammorbidita, piegata e guidata; raramente gli uomini sono costretti ad agire, ma sono costantemente frenati nelle loro azioni. Un tale potere … non tiranneggia, ma comprime, snerva, estingue ed instupidisce il popolo, finché ogni nazione non viene ridotta a nulla più di un gregge di animali timidi e… Leggi tutto

Le crisi economiche sono connaturate con l’economia di mercato?

È interessante notare che Marx, nella sua analisi del sistema economico capitalista, si concentra essenzialmente sullo studio degli squilibri e delle disfunzioni che si verificano nel mercato. Ciò si spiega con il fatto che la teoria marxista è principalmente una teoria dello squilibrio del mercato e che, occasionalmente, essa coincide in modo evidente con l’analisi dinamica dei processi di mercato sviluppata dagli economisti della Scuola austriaca, in particolare da Mises e Hayek. Uno dei punti più curiosi su cui esiste un certo accordo riguarda proprio la teoria delle crisi e delle recessioni che devastano sistematicamente il sistema capitalista. È quindi… Leggi tutto

Un pensatore che dovreste conoscere: Wilhelm Röpke

Nato nel 1899 a Schwarmstedt, in Germania, Wilhelm Röpke fu uno degli economisti più illustri della sua epoca. Apprezzato come un degno collega da parte di eminenti economisti come Ludwig von Mises e Friedrich A. Hayek, Röpke fu l’intellettuale che architettò la prosperità europea negli anni del dopoguerra. Ludwig Erhard (Fürth, 4 febbraio 1897Bonn, 5 maggio 1977), direttore economico della Germania occidentale nel primo dopoguerra (e poi cancelliere della Repubblica federale), riconobbe la singolare influenza che il pensiero di Röpke ebbe sulle sue politiche. Wilhelm Röpke nel corso di tutta la sua vita ha… Leggi tutto