Missing Image

James Rickards

Ultimi lavori

La strada dissestata della FED

Negli ultimi decenni, la Fed si è impegnata in una serie di interventi pubblici e manipolazioni del mercato e paradossalmente è rimasta più potente anche se questi interventi hanno lasciato una scia di incidenti, crolli e catastrofi. Inutile dire che, negli ultimi 20 anni, la Fed è andata oltre il suo doppio mandato di stabilizzare i prezzi e la piena occupazione, manipolando, dal sotto scala, i mercati e la macroeconomia. Sul 5 dicembre, 1996, Alan Greenspan, allora presidente della Federal Reserve, ha tenuto un discorso in cui ha riflettuto sul fatto che le valutazioni del mercato azionario manifestavano un certo… Leggi tutto

Le conseguenze del denaro a pioggia

Il Federal Open Market Committee, FOMC, della Federal Reserve, ha votato il 14 dicembre per alzare i tassi di interesse dello 0,25%, come ci aspettavamo. Il voto è stato unanime tra cui le colombe come la Governatrice della Fed Lael Brainard. Mentre il rialzo dei tassi è stato completamente previsto dai mercati, ciò che non ci si aspettava era che la Fed avesse una posizione aggressiva sui futuri aumenti dei tassi. Prima della riunione di dicembre del F.O.M.C., la previsione era per due rialzi dei tassi prima della fine del 2017. Il 14 dicembre, la Fed ha comunicato… Leggi tutto

Trump e l’incombenza dell’elicottero monetario

Uno dei grandi misteri degli ultimi otto anni è il motivo per cui non c’è stata una maggiore inflazione dei prezzi al consumo nonostante la Federal Reserve abbia stampato oltre $3,000 miliardi di nuovo denaro. Molti economisti ipotizzano che tale stampa di denaro debba dimostrarsi inflazionistica, e molti consumatori hanno presunto la stessa cosa. La risposta è che la stampa di denaro di per sé non è inflazionistica — deve essere combinata con la velocità (quanto rapidamente viene utilizzato il denaro) al fine di produrre inflazione. La maggior parte del denaro stampato dalla FED è finito nelle mani delle grandi… Leggi tutto

Trump, la FED ed il rischio sistemico

Il fattore decisivo per l’attuazione del piano economico Trump è la reazione della Federal Reserve. Mentre un rialzo dei tassi della FED a dicembre era una certezza, il percorso dei tassi nel 2017 influirà sul successo o il fallimento dei piani di Trump.   Il ruolo della Federal Reserve La FED può scegliere di essere altamente accomodante a fronte di deficit più grandi di Trump. Di conseguenza la FED non anticiperà l’inflazione, ma attenderà fino a quando non emergerà. L’inflazione effettiva è ancora ben al di sotto dell’obiettivo della FED al 2%. Dato questo suo obiettivo, potrebbe consentire all’inflazione di… Leggi tutto

L’infelice destino di Donald Trump è quello di assistere ad una crisi finanziaria ben peggiore rispetto all’ultima

Ad un terremoto non importa se sei progressista o populista. Distrugge la tua casa comunque. Allo stesso modo una crisi finanziaria è indifferente alla combinazione delle linee di condotta di un politico. Le crisi sistemiche procedono secondo la propria dinamica basata sulla matrice di agenti di un sistema e la scala sistemica. Il ritmo delle recenti crisi del 1994, 1998 e 2008 ci dice che un’altra crisi è probabilmente in arrivo. Un nuovo panico finanziario globale sarà una eredità dell’amministrazione Trump. Non sarà colpa di Trump, semplicemente la sua disgrazia. I modelli di equilibrio e valore a rischio (VAR) utilizzati… Leggi tutto