Missing Image

Jörg Guido Hülsmann

Ultimi lavori

Una protesta dalla Francia

Dopo la Prima Guerra Mondiale venne chiesto all’illustre economista inglese Edwin Cannan che cosa avesse fatto durante i terribili anni di guerra. Lui rispose: “Ho protestato.” Questo articolo è una protesta contro l’attuale lockdown messo in piedi in molti paesi occidentali come mezzo per affrontare la pandemia di Coronavirus. Qui in Francia, dove vivo e lavoro, il presidente Macron giovedì 12 marzo ha annunciato che tutte le scuole e le università avrebbero chiuso il lunedì successivo. Quello stesso lunedì è apparso nuovamente in televisione per annunciare che l’intera popolazione sarebbe stata confinata dall’indomani. Le uniche eccezioni: le attività “necessarie”, come… Leggi tutto

Cosa significa per Europa ed Eurozona la crisi COVID-19

Intervista al Dott. Hülsmann, pubblicata in tedesco su Die Freie Welt. A seguito della crisi Coronavirus la vita economica è stata notevolmente ridimensionata in molti paesi. Quanto a lungo può resistere l’economia? Per la durata delle scorte, cioè fintanto che si può vivere erodendo i propri risparmi. In questo non c’è differenza tra una famiglia e l’intera economia. Il governo federale tedesco ha varato un fondo di salvataggio di circa € 750 miliardi per stabilizzare l’economia e prevenire la bancarotta di aziende. Queste misure possono mitigare la recessione economica? No. Queste misure hanno due effetti diversi che hanno una parvenza… Leggi tutto

La carità ha bisogno dei mercati

Anche se fossimo tutti caritatevoli, non potremmo comunque costruire un’economia complessa senza il meccanismo dei prezzi fornito dai mercati. Sebbene qualcuno a volte immagini che un mondo basato sul dono invece che sugli scambi di mercato sarebbe un mondo senza scarsità o bisogno, ci rimarrebbe ancora il problema di fabbricare e produrre beni complessi che richiedono mercati per allocare le risorse. In più, se ricordiamo che l’atto del donare richiede che sia chi dà che chi riceve si accordino sullo scambio, rapidamente scopriamo che la situazione è più complessa di quel che pensavamo inizialmente.   Entrambi, donatore e ricevente devono… Leggi tutto