Missing Image

Luigi Degan

Ultimi lavori

La FED è confusa su ciò che causa l’inflazione

Il 4 ottobre 2017, l’ex governatore della Federal Reserve Daniel Tarullo in un discorso al think-tank Brookings a Washington ha detto che i responsabili politici della Fed non hanno una teoria attendibile su ciò che causa l’inflazione. Secondo Tarullo, i banchieri centrali dovrebbero prestare meno attenzione ai modelli teorici e più ai dati reali. Tuttavia, come è possibile dare un senso ai dati senza avere una teoria affidabile? L’importanza della teoria Uno degli scopi di una teoria è di consentire di accertare la definizione di un fenomeno oggetto di indagine. La definizione corretta tenta di identificare l’essenza del fenomeno (cioè… Leggi tutto

La creazione di denaro alimenta l’impennata del mercato azionario?

È vero che i cambiamenti nell’offerta di moneta costituiscono una importante fattore trainante dei cambiamenti negli indici dei prezzi delle azioni? Intuitivamente ha senso sostenere che un aumento del tasso di crescita dell’offerta di moneta dovrebbe rafforzare il tasso di crescita dei prezzi delle azioni. Al contrario, un calo del tasso di crescita dell’offerta di moneta dovrebbe rallentare il ritmo di crescita dei prezzi delle azioni. Alcuni economisti seguaci della scuola di economia post-keynesiana (PK) hanno messo in dubbio l’importanza del denaro nel guidare i prezzi delle azioni (vedi, per l’illustrazione del pensiero post-keynesiano, L.Randall Wray Modern Money, Working Paper… Leggi tutto

Il denaro senza valore dovrebbe lasciare il posto alla possibilità di scegliere la valuta

Per più di duecento anni, praticamente tutti i più radicali sostenitori del libero mercato hanno affermato che il denaro e il sistema bancario fossero diversi dagli altri tipi di beni e mercati. Da Adam Smith a Milton Friedman, la presunzione è stata che i mercati competitivi e la libera scelta del consumatore fossero di gran lunga migliori del controllo e della pianificazione governativa – tranne che nel regno del denaro e dell’intermediazione finanziaria. Questa convinzione è stata portata all’estremo negli ultimi cento anni, durante i quali i governi hanno rivendicato un’autorità virtualmente assoluta e illimitata sui sistemi monetari nazionali attraverso… Leggi tutto

Libertà e salario minimo

La maggior parte di noi apprezza e dà per scontata la capacità di prendere decisioni sulla propria vita. Quando i ficcanaso mettono il naso e la bocca nei nostri affari personali, spesso diciamo, o almeno pensiamo, “fatti gli affari tuoi!”. Purtroppo viviamo in un mondo in cui troppo spesso il governo non ci lascia soli e, invece, molto attivamente cerca di occuparsi dei nostri affari al posto nostro. Vediamo brevemente uno di questi casi in cui lo zio Sam mette il naso negli affari degli altri: il salario minimo legale. Il governo federale ha iniziato a stabilire l’ammontare legale minimo… Leggi tutto

Mercantilismo: il lato economico dell’assolutismo

All’inizio del XVII secolo l’assolutismo monarchico è risultato vittorioso in tutta Europa. Ma un re (o, nel caso delle città-stato italiane, un principe o un governante minore) non può governare tutto da solo. Deve governare attraverso una burocrazia gerarchizzata. E così la regola dell’assolutismo fu creata attraverso una serie di alleanze tra il re, i suoi nobili (che erano principalmente grandi proprietari terrieri o ex feudatari) e vari settori del commercio. “Mercantilismo” è il nome dato dagli storici della fine del XIX secolo al sistema politico-economico dello stato assoluto del periodo compreso tra il XVI e il XVIII secolo. Il… Leggi tutto