La libertà ai tempi del coronavirus: attenzione allo scambio della libertà in cambio di (presunta) sicurezza

Missing Image
“Coloro che sono disposti a sacrificare pezzi di libertà per delle briciole di momentanea sicurezza non avranno né la libertà, né la sicurezza”. Queste icastiche parole di Benjamin Franklin, padre fondatore degli Stati Uniti d’America, descrivono molto bene le conseguenze di un atteggiamento miope che spesso, nelle occasioni di straordinaria emergenza, viene adottato dalla maggior parte della popolazione dell’area colpita da questa: si chiede sempre ed invariabilmente che lo Stato – con varie misure (politiche ed economiche) intervenga; atteggiamento che spesso viene anche condiviso nelle scelte politiche perseguite dai governi e che si concretizza in una serie di provvedimenti che… Leggi tutto

Arrivano i “turbolenti anni Venti”

Il coronavirus sta ora facendo venire a galla una malattia molto più letale: vale a dire il velenoso mix di credito facile, debito a basso costo, finanziarizzazione indiscriminata e di speculazione sfrenata iniettato nell’economia Statunitense dalla FED e dai politici di Washington. Ha trasformato Wall Street in una pericolosa sala di scommesse mentre Main Street è stata lasciata bruciata sotto ingenti debiti, mentre gli investimenti in crescita e produttività sono in stallo e l’economia che tira a campare con lo spendere più di quanto si guadagna. Ha anche lasciato l’economia Statunitense estremamente vulnerabile a shock esogeni. Questo perché l’80% delle… Leggi tutto

Ehy, Jay: ne abbiamo abbastanza del tuo credito facile

Missing Image
Non c’è nulla di più patetico di tutto questo. La FED taglia il tasso monetario assurdamente basso di altri 50 punti base alle 10 di mattina e prima di mezzogiorno Donald Trump ha chiesto ulteriori tagli. Quindi, se aveste bisogno di ulteriori avvisi per uscire fuori da questo gioco di scommesse, l’uscita odierna di questa follia finanziaria dovrebbe esserlo. Anche allora potremmo dare a “The Donald” un pochino di corda. Dopotutto, ‎è un punto di riferimento assoluto nell’economia e‎ ‎ ha trascorso una vita come speculatore immobiliare‎, settore dove, infatti, i‎‎ tassi sono sempre più bassi, ma sempre un gioco… Leggi tutto

I virus non si sconfiggono con la politica monetaria né con quella fiscale

Missing Image
La recente emergenza sanitaria che oramai interessa tutto il mondo ha innescato un pericoloso mix di politiche macroeconomiche di stampo tutt’altro che liberale e liberista, che stanno ponendo le basi per una vera e propria tempesta perfetta dalla quale è difficile sapere se ci riprenderemo. Scopo del presente articolo è dare una breve analisi di quanto governi e banche centrali di tutto il mondo stanno facendo, e di far capire perché tali misure non solo sono inutili ma persino dannose. Quella che ormai è stata definita come una vera e propria pandemia dalle autorità sanitarie mondiali sta avendo delle ripercussioni… Leggi tutto

Cosa direbbe Rothbard oggi sul coronavirus?

Murray Rothbard è morto nel gennaio 1995, molto prima della comparsa del coronavirus di quest’anno. Ma i principi che questo grande pensatore ci ha insegnato, ci permettono di rispondere alle domande su questa malattia che preoccupano molti di noi. Il governo degli Stati Uniti sarebbe giustificato nell’imporre quarantene obbligatorie per rallentare la diffusione della malattia? E i vaccini? Se gli scienziati sostengono di aver scoperto un vaccino per il coronavirus, dovremmo prenderlo? Se ci rifiutiamo, il governo può costringerci a farlo? Questi sono il tipo di problemi che possiamo risolvere se ci rivolgiamo a Murray. La regola fondamentale per decidere… Leggi tutto

Perché un bear market porterà al collasso del dollaro

È probabile che le quotazioni al ribasso dei mercati del capitale di rischio questa settimana segnalino l’inizio di un “bear market”, in risposta alla diffusione del coronavirus oltre i confini cinesi e ad i persistenti segni di una recessione in corso di sviluppo. Questo ha provocato una fuga verso gli US Treasuries, con un rendimento a 10 che è caduto al minimo storico del’1,31%. Questo si dimostrerà un errore, data l’inflazione dei prezzi statunitense che – secondo stime indipendenti – è vicina al 10%, che dimostrerà che gli US Treasuries sono erroneamente sovrapprezzati. Dopo questa risposte di breve, dei rendimenti… Leggi tutto

Quando si tratta di maniere forti, poche ne hanno quante i banchieri centrali

Una risposta comune all’idea che nello scambio volontario entrambe le parti si aspettano di trovarsi meglio (altrimenti non l’avrebbero effettuato) è che gli scambi sono raramente, se non mai, una questione di scambi orizzontali, di uguale valore. Al contrario, una qualsiasi di queste interazioni tra persone è un atto di esercizio reciproco del potere di uno sull’altro. L’implicazione, e spesso l’esplicita conclusione, è che non c’è alcuna volontarietà, che lo sfruttamento è sempre presente, che una parte guadagna sempre a spese dell’altra. Questa abbastanza penosa visione dell’uomo rende chiaro che le persone sono apparentemente schiave del potere, la loro personale… Leggi tutto

Come mai i manifestanti cileni affrontano la povertà e la disuguaglianza di reddito nel modo sbagliato

La disuguaglianza di reddito è stato un argomento “caldo” per un certo periodo d tempo ed è un fattore chiave nell’esistenza di un desiderio di riforma delle politiche economiche in tutto il mondo. Una distribuzione non uguale del reddito sembra essere una giustificazione per delle soluzioni politiche “top down” se servono a redistribuire una allocazione ingiusta della ricchezza. Ciò, tuttavia, non è una strategia intelligente dato che il focus dovrebbe essere – invece – su quali tipologie di politiche economiche accrescono il benessere e le libertà individuali di tutti, non solo di un’élite. Aumentare la libertà economica ed incoraggiare politiche… Leggi tutto

La sicurezza sociale non può sopravvivere nella sua forma attuale

La più grande questione politica dei prossimi quindici anni potrebbe essere il cambiamento che coinvolge la sostenibilità del sistema di sicurezza sociale. Questo includerebbe il rapporto tra coloro che pagano il sistema rispetto a quelli che ne beneficiano. Un tempo questo rapporto era di quaranta a uno. Oggi il rapporto è di tre a uno. Questo rapporto probabilmente continuerà a declinare, il che richiederà dei maggiori tagli e delle tasse più alte. Rachel Greszler sostiene che innalzamenti delle tass, già in attesa di approvazione in Congresso, siano la soluzione più probabile. I problemi legati alla previdenza sociale sono quelli classici… Leggi tutto

Socialismo: una breve classificazione

Sono state scritte una miriade di parole scritte sul socialismo, ed esistono ancora delle idee sbagliate circa lo stesso anche tra coloro che si trovano nella parte opposta ad esso nello spettro politico. I più impressionanti e frequenti abbagli riguardano l’identificazione del socialismo con il Marxismo, la confusione tra socialismo e comunismo, e l’affermazione secondo cui il Nazionalsocialismo ed il Fascismo siano movimenti di destra, solo per elencarne alcune. È necessario dare una definizione omnicomprensiva di socialismo, determinare i principali attributi che identificano la partecipazione [politico-ideologica, ndt] ad esso e classificare le tendenze socialiste in questi termini allo scopo di… Leggi tutto