Pensiero economico nella Grecia Antica

L’odissea intellettuale  che pone le basi della civiltà Occidentale inizia nella Grecia classica. Sfortunatamente, i pensatori Greci fallirono nel tentativo di cogliere i principi essenziali dell’ordine spontaneo di mercato e del processo dinamico cooperativo sociale che li circonda. Mentre dobbiamo riconoscere l’importanza dell’eredità Greca nel campo dell’epistemologia, della logica, dell’etica e anche nella concezione del diritto naturale, i Greci fallirono miseramente nel campo della scienza economica, non intravedendo la necessità dello sviluppo di una scienza, quella economica appunto, volta allo studio dei processi spontanei di cooperazione sociale che costituiscono il mercato. Perfino peggiore fu il fatto che quando i primi… Leggi tutto

Uno sguardo alla presunta austerità britannica

Voglio partecipare anch’io al dibattito sulla presunta austerità in Europa perché è seguito da vicino in America Latina e molte persone stanno traendo le conclusioni sbagliate riguardo a come l’austerità sta strangolando le economie europee. Ma prima, dobbiamo capire bene cosa si intende per austerity. Come il dibattito tra Veronique de Rugy di Mercatus Center e Ryan Avent dell’Economist mostra, ci sono definizioni diverse di austerity. Il termine può significare un bilanciamento dei conti ottenuto solo con tagli alla spesa. Può voler dire una combinazione di tagli e aumenti di tasse (il cosiddetto “approccio bilanciato”) oppure può voler dire solo… Leggi tutto

Dall’inflazione degli asset a quella dei prezzi

M. Hollande ha vinto le elezioni presidenziali in Francia e la paura ormai diffusa è che, con il messaggio anti-salvataggio inviato dagli elettori grecic he hanno votato questo fine settimana, il castello di carte costruito dalla Banca Centrale Europea possa crollare. E’ difficile per noi vedere come questo possa prendere di sorpresa i mercati, ma …. cosa ne sappiamo? Rimaniamo ancora long sull’oro (anche se non così tanto come prima, data la manipolazione aperta ed oscena di cui questo bene è stato oggetto) e ribassisti per le azioni. Durante la scorsa settimana, i media mainstream hanno cercato di convincerci che… Leggi tutto

Trascurando la realtà

Se stai seguendo o hai seguito alcuni dei tradizionali corsi di economia, è molto probabile che ti ponga domande come la seguente: se un modello economico non rispecchia il mondo reale, perché dovrei fidarmi dei suoi risultati? Una delle risposte che spesso ottengo quando pongo quella domanda è simile a questa: il modello non è come il mondo reale, perché non è supposto che sia come il mondo reale. Se lo fosse, allora non sarebbe un modello! Ricevere una risposta ti può far sentire intellettualmente inferiore o incapace di formulare un pensiero astratto. Si può avere l’impressione che ci sia… Leggi tutto

In Europa e in America, “Austerity” non significa quel che credi!

In tutta Europa, i governi stanno cadendo come il grano prima di essere falciato laddove i politici e i votanti si ribellano contro le misure “austerity” chieste dall’UE, dalla Banca Mondiale e dal resto dei soliti sospetti. Sfortunatamente, nuovi governi nascono allo stesso modo in cui cadono i vecchi. In Olanda, Geert Wilders e il suo Partij voor de Vrijheid si sono ritirati dalla coalizione di governo in Aprile, rendendo inevitabili nuove elezioni, piuttosto che acconsentire all’”austerity” chiesta da Bruxelles. In Francia, il candidato socialista Francois Hollande è diventato presidente nel weekend scorso con l’aiuto dell’estrema destra , quella ostile… Leggi tutto

Volete una quantità minore di un bene? Rendetelo un “diritto”

John Tamny, su Forbes, cita Mises per spiegare come l’unico modo di avere assistenza sanitaria a basso costo sia quello di averne prima una costosa e come il sentiero che conduce ad un’assistenza sanitaria per pochi eletti sia quello di una gestione pubblica “libera” ed “accessibile”. “L’assistenza sanitaria non è un diritto inalienabile come la Sinistra ritiene. Come potrebbe esserlo, dal momento che è venuta ad esistenza solo recentemente e non per la maggior parte del mondo?” – Bill Flax, The Courage to Do Nothing, p. 112. Nel suo libro del 2007, A Farewell to Arms, Gregory Clark sottolinea come… Leggi tutto

L’Austerità Fiscale Europea non comporta tagli di spesa consistenti

Ci dicono che l’austerità europea ha fallito. Le elezioni in Francia e Grecia, ad esempio, avrebbero palesato l’opposizione popolare ai tagli drastici di spesa. Tuttavia, la reazione anti austerity ignora un punto fondamentale: l’austerity europea, se di “austerity” si può parlare, nella maggior parte dei casi non ha comportato tagli consistenti di spesa. Dopo anni di grande espansione pubblica, la Spagna, la Gran Bretagna, la Francia e la Grecia – i paesi spesso citati come esempi di austerità – non hanno ridotto la spesa dall’inizio della “austerità” nel 2008. Innanzitutto, la Francia e l’Inghilterra non hanno tagliato la spesa. Secondo,… Leggi tutto

Il dovere morale di ridurre le tasse

Come fece notare, ormai parecchi anni fa, un gigante della libertà di questo sventurato Paese, le tasse «ci riguardano, prima ancora che come contribuenti, come cittadini, uomini di coscienza, individui che esprimono scale di valori in cui la libertà è presente con spicco… Esse determinano la qualità della nostra vita anche non materiale, ben oltre quanto può sembrare fermandosi all’economia dei tributi. Non modificano solo la nostra ricchezza: modificano la condizione umana spirituale.» Con la straordinaria acutezza che l’ha sempre caratterizzato, e veicolandolo attraverso l’ineguagliabile briosità del suo nitore espositivo, Sergio Ricossa ha qui colto un punto fondamentale e di… Leggi tutto

Una gestapo finanziaria… made in Italy

Qualche tempo fa vi era un susseguirsi di notizie riguardanti la minaccia continua ed opprimente di bande di terroristi musulmani pronti a farsi saltare in aria davanti a un negozio qualsiasi nel centro di qualche importante città. Queste notizie seminavano un certo panico nelle persone altamente suscettibili. Era un fiorire di sguardi torvi contro quelle persone che avevano i tratti mediorientali; automaticamente condannati come terroristi “per nascita.” Una vocazione inusuale. Ma le minacce cambiano, a quanto pare. Al cambiare dei problemi e delle necessità dell’apparato centrale anch’esse si passano il testimone. Ora è il periodo delle minacce finanziarie. L’evasore fiscale… Leggi tutto

In America non può succedere… Davvero?

A volte la gente  non vuole ascoltare la verità perché non vuole vedere le proprie illusioni distrutte – Friedrich Nietzsche Se ci sono due cose che possiamo affermare con la certezza della loro eterna presenza nel corso della storia americana passata e attuale, esse sono una volontà persistente di possedere armi da fuoco e la convinzione sulla capacità infallibile del governo di essere l’unica causa di calamità economiche, indipendentemente dalla vitalità dei mercati. Guerra e mercato sono strani compagni di letto. Un esempio calzante è il Fucile a Ripetizione Spencer. Il 6 marzo 1860 venne brevettato negli Stati Uniti il… Leggi tutto