I fallimenti del denaro fiat e la blockchain

Il
mondo è sul punto di una recessione ciclica, esacerbatasi a causa
dei dazi posti dagli Stati Uniti. Sappiamo tutti cosa succederà: le
principali banche centrali cercheranno di trovare una via di fuga
dalle conseguenze mediante l’inflazione. E quelli di noi con delle
conoscenze economiche elementari dovrebbero conoscere il perché del
fallimento.

In
aggiunta all’inflazione monetaria e del debito che ha avuto luogo
dalla crisi della Lehman, è altamente probabile che le principali
monete internazionali soffriranno di una grande caduta del loro
potere d’acquisto come risultato di un nuovo giro dell’espansione
monetaria, rendendo necessaria la sostituzione dell’odierno sistema
monetario fiat con qualcosa di più stabile. La soluzione ultima, la
cui probabilità di essere adottata è bassa, è quella di istituire
l’oro come moneta e come ciò funzionerebbe viene illustrato in
questo articolo.

Invece,
le banche centrali combatteranno per riadottare delle soluzioni
basate sul modello fiat, che sono destinate ad incontrare lo stesso
destino indipendentemente dal fatto che esse saranno basate sulla
tecnologia blockchain. I paesi asiatici e quelli appartenenti ai
BRICS hanno un’opportunità di creare qualcosa con l’oro. Ma la
coglieranno?

Introduzione

Le
banche centrali di tutto il mondo sostengono fermamente che non ci
sarà una recessione, e che se ci sarà allora uno stimolo monetario
assicurerà la ripresa economica. Il loro problema è che il fatto
che questo funzionerà lo dice la teoria keynesiana, ma l’ultima
volta non lo ha fatto. Difatti, non ha mai funzionato se non su un
breve periodo. La grande sorpresa, questa volta, è stata che non si
è verificata un’inflazione dei prezzi registrata. Ma questo è
dovuto al fatto di giocare con i numeri, cosa che mostra che c’è
stata una qualche crescita moderata quando invece l’uso di un
deflatore mostrerebbe che la maggior parte delle economie occidentali
stanno avvicinandosi alla recessione in termini reali dagli ultimi
dieci anni.

Più
probabilmente, i pianificatori monetari credono ai loro numeri.
Stando così le cose, ogni rallentamento … Leggi tutto

Perché la blockchain è difficile?

Il clamore intorno alla blockchain è enorme. Stando a quanto si dice, la blockchain:

  1. Risolve la disuguaglianza di reddito
  2. Rende tutti i dati al sicuro per sempre
  3. Rende tutto molto più efficiente e affidabile
  4. Salva i bambini morenti

Ma in tutto ciò, che diamine è una blockchain? E può davvero fare tutte queste cose? La blockchain può portare qualcosa di sorprendente per settori diversi come assistenza sanitaria, finanza, gestione della supply chain e diritti musicali?

E non sostenere Bitcoin significa che si è a favore della blockchain? Come puoi essere per Bitcoin ma dire qualcosa di negativo sulla tecnologia che sta dietro?

In questo articolo, cerco di rispondere a molte di queste domande osservando che cos’è una blockchain e, cosa più importante, che cosa non è.

Che cosa è Blockchain?

Per esaminare alcune di queste affermazioni, dobbiamo definire cosa è una blockchain e qui risiede molta della confusione. Molte aziende usano la parola “blockchain” per indicare una sorta di dispositivo magico con il quale tutti i loro dati non saranno mai sbagliati. Un tale dispositivo, naturalmente, non esiste, almeno quando è coinvolto il mondo reale.

Ed allora, che cosa è Blockchain? Tecnicamente parlando, una blockchain è un elenco di blocchi collegati e un blocco è un gruppo di transazioni ordinate. Se non hai capito l’ultima frase, puoi pensare ad una blockchain come sottoinsieme di un database, con alcune proprietà aggiuntive.

La cosa principale che distingue una blockchain da un normale database è che ci sono regole specifiche su come inserire i dati nel database. Cioè, non può entrare in conflitto con altri dati che sono già nel database (coerenti), è solo append (immutabile), e i dati stessi sono bloccati su un proprietario (possessore), è replicabile e disponibile. Infine, tutti sono d’accordo su quale sia lo stato delle cose nel database (canonico) senza un partito centrale (decentralizzato).

È questo ultimo punto che è davvero il Santo Graal della blockchain. Il decentramento … Leggi tutto

Cosa riserva il futuro per la blockchain?

Recentemente ho visto un grafico di Bloomberg che mostra che l’investimento totale in criptovalute finora è di $ 0,3T. Penso che sia migliore scriverlo come $ 0,3T rispetto a $ 300B. $ 0,3 T lo fa apparire come un campo promettente mentre $ 300B fa sembrare che sia già realizzato. Certo, Bloomberg non stava pensando in quel modo. Il motivo per cui hanno avuto $ 0,3 T era dovuto agli altri campi elencati e all’investimento totale in essi. I dati vanno così: gli investimenti in oro ammontano a $ 6,0 T, gli investimenti in terreni agricoli sono pari a $ 26,0 T, gli immobili commerciali a $ 29,0 T, le azioni $ 55,0 T, i derivati a $ 94,0 T, gli immobili residenziali a $ 162,0 T. Basti considerare questo. La parte interessante di questo è che tutti questi altri campi possono (e onestamente, saranno) essere sulla blockchain. È solo una questione di quando succederanno queste cose. Le persone che sono adolescenti e ventenni che sono già in cripto sono saggiamente posizionate per il futuro.

Tuttavia, abbiamo le realtà di oggi da affrontare. C’è la volatilità che è lo spavento maggiore per coloro che vogliono usare la criptovaluta come riserva di valore. Molti progetti su blockchain devono ancora essere ripresi con forza. In effetti, molti stanno lottando con problemi fondamentali che tutte le startup serie affrontano nei primi anni. Alcuni sono attrezzati per la sfida, alcuni si stanno appena attrezzando adeguatamente. Potrebbe trattarsi di un lungo periodo, ma penso che il ritmo di consegna dovrebbe iniziare a calare verso la fine del 2018. Come gli uomini d’affari veterani sanno, non si tratta del gruppo con l’idea migliore, piuttosto si tratta del gruppo con la migliore strategia di esecuzione. Oltre a questo, c’è la necessità che la sfera blockchain ha bisogno di guadagnare più spazio e diventare più mainstream. Queste sono cose che possono cambiare il gioco a … Leggi tutto

Capitalismo sempreverde

Le aziende che diventano pubbliche (n.d.r. SpA ad azionariato diffuso) fanno l’affare del diavolo.

In cambio di una forte dose di liquidità, la società è guidata da una spinta inesorabile per aumentare le entrate al fine di placare i suoi investitori. Un business perfettamente funzionante che si sta comportando bene e producendo profitti può ancora cadere vittima delle richieste di una base di investitori che richiede crescita a tutti i costi.

Questo può portare a tragici errori – espandersi in mercati sconosciuti o diffondersi in nuove filiere verticali troppo presto – che può distrarre dal suo core business e alla fine portare il business in generale a soffrire. Un’azienda che vende la sua quota al pubblico è infine infettata da una specie di cancro – una malattia maligna che può scaricare la linfa vitale della società nel tempo con la sua incessante domanda di crescita ad ogni costo.

La visione del business degli azionisti, in cui il prezzo delle azioni diventa la misura finale del successo, incentiva i ricavi / profitti espansivi su tutto il resto. Ma non tutte le attività dovrebbero espandersi in nuovi prodotti o nicchie. Non c’è niente di sbagliato nell’essere stabili e redditizi, anche se non aumenti del 40% l’anno.

Il problema di base con il capitalismo degli azionisti è che le priorità degli investitori tendono a superare le priorità dei clienti. Perché continuare a perfezionare e migliorare un prodotto di successo quando è possibile lanciare una gamma di prodotti completamente nuova che può generare crescita in un’area completamente nuova? E anche quando sai che stai diffondendo troppo te stesso o deviando risorse da soluzioni vincenti, il fascino di più flussi di entrate prevale solitamente. Dopotutto, sei misurato dalle statistiche finanziarie, non dalla soddisfazione del cliente. Tutti conoscono il tuo rapporto PE; ma nessuno tiene traccia della qualità del prodotto o della soddisfazione del cliente.

Il famigerato motto di Wall Street , “L’avidità è buonaLeggi tutto

Scalabilità sociale: qual è l’idea più importante di una Criptovaluta?

È un truismo profondamente errato, ripetuto da tutti i libri di testo e da persone eminenti quando fanno discorsi, che dovremmo coltivare l’abitudine di pensare a ciò che stiamo facendo. L’esatto opposto è il caso. La civiltà avanza estendendo il numero di operazioni importanti che possiamo eseguire senza pensarci.-Alfred North Whitehead

70.000 anni fa, c’erano tra 6-10 specie del genere Homo. Ora, ovviamente, ce n’è uno solo: Homo sapiens. Perchè l’Homo sapiens è prevalso sulle altre specie, tra cui l’Homo neanderthalensis?

I Neanderthal erano considerati fisicamente molto più forti degli umani.

La differenza cruciale era la capacità dell’Homo sapiens di formare gruppi e coordinare attività. Un gruppo coordinato di Homo sapiens potrebbe superare un individuo più forte o direttamente attraverso la lotta, o indirettamente attraverso il controllo delle risorse scarse.

L’Homo sapiens prevalso a causa della sua capacità di coordinare, che ha creato ciò che il ricercatore Nick Szabo chiama la scalabilità sociale: una componente dell’evoluzione dell’Homo sapiens che gli ha permesso di “estendere il numero di operazioni importanti che possono eseguire senza pensare“.

L’aumento delle dimensioni neocorticali ha portato a una capacità di coordinamento tra gruppi sempre più grandi. Il cervello dell’Homo sapiens si è dimostrato in grado di inventare altre strutture esterne che aumentano la scalabilità sociale.

Cos’è la scalabilità sociale e perché è importante?

Un’ampia varietà di innovazioni riduce la nostra vulnerabilità nei confronti degli altri partecipanti, intermediari ed estranei.

Ognuna di queste innovazioni riduce il nostro bisogno di sprecare una scarsa capacità cognitiva preoccupandosi di come un gruppo di persone sempre più ampio e diversificato dovrebbe comportarsi.

La lingua è probabilmente la tecnologia che più aumenta la scalabilità sociale consentendo agli esseri umani di comunicare, ma da allora l’uomo ha sviluppato molte altre tecnologie per aumentare la scalabilità sociale.

La cultura, sia all’interno di un’azienda che a livello nazionale, aumenta la scalabilità sociale consentendo alle persone … Leggi tutto

Come la Blockchain può creare un futuro finanziario basato sull’inclusività

A livello globale 2 miliardi di adulti in età lavorativa non hanno accesso ai servizi finanziari. Sono considerati gli sbancati – unbanked, senza accesso a servizi bancari, ndr – del mondo. La maggior parte di questa popolazione si trova nei paesi emergenti. Non hanno accesso diretto a crediti, conti di deposito, trasferimenti di denaro o assicurazioni. L’inclusione finanziaria potrebbe creare nuove opportunità per loro. Può aiutarli a migliorare le loro vite autonomamente.

Per gli unbanekd, la mancanza di capitali limita le loro prospettive di superare la povertà. Le banche tradizionali non hanno l’infrastruttura giusta per supportarle. Le soluzioni basate su Blockchain possono svolgere un ruolo importante. Queste soluzioni possono creare nuovi modi per risolvere i problemi di infrastruttura e di gestione dei costi. Il risultato sarà un modo più redditizio per servire la popolazione priva di accessi bancari.

Opportunità e ostacoli degli sbancati

L’unbanked è un’opportunità persa per il mondo. Un terzo della popolazione mondiale non partecipa all’economia globale. La prosperità e la ricchezza di queste popolazioni prive di accesso ai servizi bancari possono avere effetti positivi che possono andare ben oltre i mercati emergenti.

Un’ampia porzione di unbanked può essere trovata nell’Africa subsahariana, nel Medio Oriente, nell’Asia orientale e nel Pacifico. Queste aree mancano di infrastrutture, trasporti e istruzione. La povertà e la disoccupazione portano spesso a disordini civili e persino a guerre civili. A causa dell’attuale situazione, è spesso difficile costruire banche tradizionali in queste aree, anche con le migliori intenzioni. Inoltre, le istituzioni tradizionali hanno business model insostenibili in queste aree a causa di un minor ritorno sull’investimento. I costi per la costruzione dell’infrastruttura della banca sono estremamente elevati, mentre le persone sbancate stanno vivendo per lo più con redditi molto bassi. Quindi, l’intero modello di business dal punto di vista finanziario non sembra attraente per le banche.

D’altra parte, la crescita economica dei paesi sviluppati è rallentata. Ma la crescita nei mercati emergenti è veloce e … Leggi tutto

Blockchain e il viaggio verso una nuova architettura di Internet

Il 2017 è finito e la blockchain è diventata, più o meno, mainstream. La tecnologia è destinata a rivoluzionare varie industrie e possiede un incredibile potenziale per dare voce a colore che non hanno acceso ai servizi bancari e per cambiare radicalmente il modo in cui trattiamo e comunichiamo.

Un’altra forte rivendicazione da parte della comunità è che la tecnologia blockchain preannuncia l’arrivo della nuova Internet, in un certo senso, un ritorno alle sue radici decentrate. All’inizio, chiunque poteva gestire il proprio server e connettersi agli altri pari – peers -, creando una “rete” di contenuti incredibile e decentralizzata. Però, questa originale Internet alla fine divenne più centralizzata- i consumatori hanno ceduto alla comodità ed a migliori interfacce a scapito del controllo sulle loro informazioni.

Di conseguenza, l’Internet oggi dipende da fornitori grandi e potenti di servizi cloud, motori di ricerca, server e social media. Con l’avvento della blockchain, c’è una nuova possibilità di restituire la proprietà e il funzionamento di questi server agli utenti, che è abbastanza eccitante in sé e per sé.

Quello che mi interessa di più, tuttavia, è il potenziale della tecnologia blockchain per risolvere alcuni dei difetti endemici inerenti al protocollo di Internet stesso in combinazione con una riprogettazione dell’architettura originale del web. Nonostante il fatto che la NASA abbia recentemente annunciato il suo ambizioso piano di mandare qualcuno su Marte e nonostante tutti i nostri incredibili risultati nel XXI secolo, dobbiamo ancora risolvere i difetti di progettazione che rendono, tuttora, attacchi DDoS – Distributed Denial of Service -, malware e virus possibili. Molti di questi problemi derivano da un’architettura obsoleta e difettosa basata sull’hardware degli anni ’70 e ’80.

L’idea di un ecosistema quasi utopico messo in essere dalla blockchain, in cui persone, aziende e dispositivi operano in modo “fidato” e interagiscono attraverso applicazioni decentralizzate, o dApps, è non completo a mio parere senza un ripensamento a lungo atteso del Leggi tutto

La blockchain non dovrebbe essere democratica

Come governate una blockchain?

Potrebbe sembrare una strana domanda. In teoria, le blockchain non dovrebbero essere governate affatto – si suppone che siano “registri decentralizzati e senza autorizzazione”.

Ma una blockchain è più di un semplice libro mastro. È anche un ecosistema di software, un’economia di commercianti, società e scambi e, al di sotto di tutto ciò, una comunità di sviluppatori, minatori e utenti.

Al di là di cosa sono, le blockchain devono vivere nel mondo disordinato degli umani e dei loro litigi. Altrimenti, i dati sul suo libro mastro non avrebbero alcun potere nel mondo reale.

Ci sono molte decisioni importanti da prendere nel modo in cui evolve una blockchain. E per tale ragione le blockchain devono essere governate. I loro governatori sono inevitabilmente umani. L’unica domanda è: quali umani e in che modo vengono applicate le decisioni di questi umani?

Approcci alla governance blockchain

A grandi linee, ci sono due approcci per governare una blockchain.

Il primo approccio è la governance off-chain. Questo è fondamentalmente il modo in cui la maggior parte delle istituzioni private sono governate – individui che hanno fiducia nella comunità si uniscono e formano un gruppo, che è responsabile della governance e dello stato di salute della blockchain. Quel gruppo ha il compito di correggere bug ed eliminare le vulnerabilità della sicurezza, aggiungere funzionalità e migliorare la scalabilità, rappresentare la blockchain nelle discussioni pubbliche e mantenere il giusto equilibrio di potere tra utenti, aziende e minatori.

A colpo d’occhio, questo sembra abbastanza centralizzato. Ma c’è sempre un potenziale ammutinamento. Se un numero sufficiente di utenti non è d’accordo con la governance del protocollo, possono procedere con un hard fork e creare una blockchain parallela, che è esattamente quello che è successo con Bitcoin Cash ed Ethereum Classic. La minaccia di biforcare la blockchain è il potente controllo contro la cattiva governance da parte del core team.

La maggior parte delle principali blockchain è … Leggi tutto

Come i prezzi di criptovaluta influenzano il numero di tag HODL su Reddit

Per coloro tra voi che non hanno familiarità con il meme HODL, si tratta di un errore ortografico intenzionale della parola “Hold” che viene comunemente ripetuta durante periodi turbolenti nel mercato delle criptovalute.

http://knowyourmeme.com/memes/hodl.

Nel tempo, HODL è diventato sinonimo di investitori che abbattono la paura e non vendono nei momenti di disperazione del mercato.

Aneddoticamente, ho notato un’ondata di menzioni HODL nell’ultimo anno. Così ho deciso di analizzare ogni commento di Reddit che citava “HODL” per esaminare la relazione di HODL rispetto al valore totale del mercato dele criptovalute nel tempo (capitalizzazione di mercato).

Ecco cosa ho trovato.

Fine 2017 – L’inizio del 2018 è stato un periodo esplosivo per HODL

Il meme HODL è diventato popolare in dicembre e gennaio. Ciò corrispondeva a consistenti crolli nel mercato delle criptovalute.

Inizialmente pensavo che se avessi sovrapposto il movimento dei prezzi di BTC, un movimento di prezzo negativo si sarebbe abbinato perfettamente con un numero maggiore di menzioni HODL.

Mi sbagliavo. Non sono state solo le perdite di mercato a menzionare #HODL.

La volatilità del mercato aumenta il numero di commenti di HODL

Entrambi i giorni con le maggiori perdite di mercato, insieme ai giorni con i maggiori guadagni di mercato, hanno visto un numero più elevato di commenti HODL in media.

Raggruppando le performance del mercato giornaliero in gruppi e calcolando il numero medio di menzioni HODL giornaliere per ciascun gruppo, vediamo le due gobbe di cammello di una forma di distribuzione bimodale.

Le due gobbe su ciascun lato che corrispondono a grandi movimenti di mercato positivi e negativi hanno visto un elevato numero di menzioni HODL rispetto all’area di performance piatta e neutrale.

La gobba sinistra era più alta della destra, il che significa che in media:

le menzioni di HODL in periodi di perdite > le menzioni di HODL in periodi di guadagni

Stanchezza delle # HODL negli ultimi mesi

Dopo febbraio, il numero di commenti … Leggi tutto

Preparatevi! Lo tsunami dei token di sicurezza sta per colpire

Il mio ultimo pezzo sui token di sicurezza “Il Flippening sta arrivando “, ha illustrato le ragioni per cui il 2019 vedrà più emissioni di token di sicurezza che token di utilità. Da allora, il futuro dei token di sicurezza è diventato più importante, ed è più grande di quanto si pensi. Di seguito sono riportati gli 8 motivi per cui sono completamente dentro questo mondo.

1. Le persone più intelligenti nelle finanze si stanno allontanando da Wall Street e dedicano la loro vita alle Crypto

Titoli di CNBC come “Il banchiere Goldman saluta Wall Street in cerca di cripto-ricchezze ” e “Il Credit Suisse Banker noto per la predicazione della crittografia sta lasciando” stanno diventando sempre più comuni.

La cosa che mi dà più fiducia che i token di sicurezza sono la prossima grande cosa è la qualità delle persone che dedicano le loro vite alle Crypto ed ai token di sicurezza. Ora, molte di queste rock star ci sono dentro per i soldi. E va bene. Abbiamo bisogno di loro. Ma molti vedono la cripto-luce, sapendo che la cosa più bella delle crypto sta nel come renderà il mondo un posto migliore per miliardi di persone. Questo non è solo un nuovo strumento finanziario, è un movimento, guidato da una comunità di persone brillanti, infuse di un forte senso dello scopo. Questa è una combinazione pronta a cambiare il mondo.

2. La gente vuole la liquidità

L’argomento più semplice per i token di sicurezza emerge dal whitepaper di Harbor:

Le persone pagano per la liquidità. È un’ovvietà. A parità di condizioni, maggiore è la liquidità che date agli investitori, minore è il rendimento che richiedono:

Con centinaia di migliaia di miliardi di dollari in beni privati che potrebbero essere tokenizzati, il valore che sarà sbloccato tramite la tokenizzazione nel prossimo decennio è di decine di trilioni di dollari.

3. I binari per la strada

Leggi tutto