In che modo le banche centrali stanno dissanguando la classe media

euro_1Gli Stati assistenzialisti occidentali conoscono molti modi per disfarsi del loro enorme debito sovrano – un costo enorme per i loro cittadini. Non appena il peso del debito diventa insostenibile, lo stato semplicemente riforma la valuta. In questo modo il debito dello stato verrà “aggiustato” tramite la ricchezza privata dei cittadini. E’ qui che i cittadini costateranno che il debito del loro stato è in realtà il loro stesso debito.

Ma lo stato non ha sempre bisogno di avvalersi di questi strumenti di tortura. Può utilizzare degli strumenti più sottili come la repressione finanziaria.

Che cosa è la repressione finanziaria?

Repressione finanziaria” indica un insieme di strumenti tramite i quali lo stato può intervenire sul mercato e mantenere artificialmente basso il costo del suo rifinanziamento (gli interessi sul suo debito). In conseguenza di ciò i risparmiatori e gli investitori subiranno dei tassi d’interesse reali negativi giacché i tassi d’interesse nominali sono sotto il tasso d’inflazione. La differenza matematica tra il tasso d’interesse nominale dei risparmiatori e il tasso d’inflazione è la perdita di ricchezza, cioè il tasso al quale risparmiatori e investitori sono costretti a contribuire per il finanziamento del debito dei loro stati.

In circostanze normali, l’aumento dell’entità del debito dello stato causerebbe una salita dei tassi di interesse. Mantenendo però i tassi d’interesse artificialmente bassi, lo stato necessita soltanto di una piccola crescita nominale dell’economia per liberarsi lentamente dal suo debito – a discapito di risparmiatori e investitori. Con la repressione finanziaria, la ricchezza è ridistribuita in modo occulto – da risparmiatori e investitori verso lo stato.

I tassi d’interesse reali negativi sono causati, tra l’altro, dalle politiche monetarie di bassi tassi di interesse delle banche centrali politicamente legittimate da quando è scoppiata la crisi dei debiti sovrani e da quando sono state implementate le azioni volte a salvare l’Euro. Allo stesso tempo, il denaro degli investitori defluisce dai paesi in crisi e si riversa in quegli Leggi tutto