Inflazione | Lezione IV – Parte II

La musica inflazionisticaMisesPoster continuò esattamente fino al 20 novembre 1923. La massa aveva creduto che la moneta iniettata fosse vera moneta, ma scoprì che era avvenuto un cambiamento. Alla fine dell’inflazione tedesca, nell’autunno del 1923, le fabbriche pagavano il per diem agli operai ogni mattina. E l’operaio che andava in fabbrica con la moglie le consegnava la paga, milioni di marchi, immediatamente. La donna si recava immediatamente a fare compere, qualunque compera. Sapeva quello che la maggior parte della gente sapeva, cioè che di giorno in giorno il marco perdeva il 50% del suo potere d’acquisto. La moneta si scioglieva nelle tasche come cioccolato nel forno. Questa ultima fase dell’inflazione tedesca non durò a lungo. Dopo alcuni giorni l’incubo finì. Il marco non aveva più alcun valore e una nuova valuta dovette essere installata.

Lord Keynes, da cui è spuntato l’adagio “nel lungo periodo siamo tutti morti”, appartiene a una lunga lista di autori inflazionisti del secolo XX. Tutti questi autori contrastarono il sistema aureo. Quando Keynes attaccò il sistema aureo, lo definì «barbara reliquia». E la maggior parte delle persone ritiene sia ridicolo ipotizzare un ritorno al sistema aureo. Negli Stati Uniti, per esempio, un uomo è visto come sognatore se è dell’avviso che, prima o poi, gli Stati Uniti dovranno ripristinare il sistema aureo.

Eppure, il sistema aureo ha una qualità meravigliosa: la quantità di moneta in un regime aureo è indipendente da politiche governative e partiti politici. Questo è il vantaggio dell’installazione dell’oro come moneta. La moneta aurea costituisce una protezione dalle condotte dissipatrici del governo. In un sistema aureo, alla richiesta di spendere, il ministro del Tesoro replicherà domandando dove troverà il denaro. Egli vorrà sapere come troverà il denaro per effettuare la spesa richiesta.

In un sistema inflazionistico, non c’è niente di più facile per un politico che inviare l’ordine di fabbricazione monetaria alla stamperia governativa. In un sistema aureo, un governo sano è molto … Leggi tutto

Salario minimo: come vietare il lavoro

Non esiste dimostrazionerothbard più chiara di quanto siano identiche le due principali parti politiche della loro posizione sul salario minimo. I Democratici hanno proposto di alzare il salario minimo legale sopra i 3.35$ all’ora, ai quali era stato portato dall’amministrazione Reagan nel 1981 durante i presunti anni verdi del libero mercato. La controproposta dei Repubblicani è stata quella di concedere un salario “sub-minimo” per i giovani, i quali, essendo lavoratori marginali, sono sicuramente i più colpiti da ogni minimo legale.

Questa posizione è stata rapidamente modificata dai Repubblicani presenti nel Congresso, i quali hanno iniziato a proporre che il salario sub-minimo per i giovani duri solo per 90 insignificanti giorni, dopodiché salirebbe al livello (più alto) proposto dai Democratici (4.45$ all’ora). Per ironia della sorte, è stato lasciato al Senatore Edward Kennedy il compito di sottolineare il ridicolo effetto economico di tale proposta: indurre i datori di lavoro ad assumere i giovani e a licenziarli dopo 89 giorni, per poi riassumerne altri il giorno dopo.

Alla fine, come ci si poteva aspettare, George Bush ha tolto d’impaccio i Repubblicani gettando del tutto la spugna e sostenendo il piano dei Democratici. Siamo rimasti con quest’ultimi  che propongono senza mezzi termini un notevole aumento del salario minimo e con i primi che, dopo una serie di discorsi senza senso, appoggiano la proposta.

In realtà, c’è solo un modo per descrivere una legge sul salario minimo: disoccupazione forzata. La legge dice: è illegale, perciò criminale, assumere qualcuno per meno di X dollari l’ora. Questo significa, molto semplicemente, che un vasto numero di contratti di lavoro liberi e volontari sono ora fuorilegge, quindi ci sarà un vasto numero di disoccupati. Tenete a mente che questa legge non aumenta i posti di lavoro; li può solo proibire e questo è l’inevitabile risultato.

Tutte le curve di domanda stanno cadendo, e la domanda di assunzioni non fa eccezione. Quindi le leggi che vietano di dare … Leggi tutto