Fate affari, non guerre

La separazione di "Questo Lato" da "Quel Lato" esiste a causa della politica. Diventa un problema economico solo perché la politica è autorizzata ad intromettersi in questioni economiche.

Anche i conservatori amano le tasse

I conservatori odiano le tasse e vorrebbero un governo limitato, vero? Beh, solo in teoria. Quando sentite un conservatore elogiare i prodotti locali e chiedere dazi contro i produttori stranieri che "fanno concorrenza sleale" stanno chiedendo esattamente il contrario: più tasse e più stato.

Ripensare l’Unione Americana

Esiste una “giusta” dimensione oltre la quale uno stato nazionale degenera in modo inevitabile e progressivo verso la tirannia? Se fosse così, come andrebbe organizzata una repubblica? Come possiamo evitare un Leviatano centralizzato? Il nuovo libro di Donald Livingston, Rethinking American Union for the Twenty-First Century, si propone proprio di esaminare questi temi, promuovendo un modello organizzativo per gli Stati Uniti del nuovo millennio.

Quella che segue è la recensione di David Gordon per il Mises Institute.

Ripensare l’Unione Americana, una recensione – David Gordon

Gli autori che hanno contribuito alla preziosa raccolta di saggi di Donald Livingston sostengono principalmente due tesi. Ognuna di queste tesi può essere letta indipendentemente dall’altra ma la prima fornisce ragioni a favore della seconda.

Livingston, con particolare cura, descrive la prima di queste tesi così:

Come insegnava Aristotele, tutto in natura ha una dimensione adeguata, al di là o al di sotto del quale diventa disfunzionale […] Lo stesso vale per il funzionamento di altre entità sociali, come le giurie dei comitati, le assemblee legislative e gli apparati burocratici, il rapporto tra la popolazione e il rappresentante (ad esempio, il rappresentante di un milione di persone non può essere un rappresentante collettivo). Nessuna di queste entità può funzionare adeguatamente se troppo grande, cioé fuori scala (pp. 16-17).

Per Livingston, una repubblica deve avere dimensioni limitate; la sua posizione, se ho ben capito, è questa: una repubblica deve avere un’assemblea rappresentativa con funzione legislativa; al fine di essere veramente tale, il numero di persone che ogni membro del gruppo rappresenta non deve essere eccessivamente esteso. Ma si dà anche il caso che il numero di persone, nella stessa assemblea,  non possa essere così ampio, per il motivo indicato nel paragrafo precedente. In una grande repubblica, questi requisiti non possono contemporaneamente essere soddisfatti. Pertanto, la corretta dimensione di una repubblica è necessariamente limitata.

Livingston aggiunge, a questi argomenti, un richiamo alla tradizione:

Qualsiasi posizione circa

Leggi tutto