Illusioni di Stato

Sarà capitato a qualsiasi liberale/libertario (almeno credo) chiedersi, per una volta almeno, come si sia potuti arrivare ad un tale livello di intrusione statale nelle nostre vite: ad avere bisogno di un permesso/autorizzazione amministrativa per eseguire determinati lavori in casa; a sopportare una sottrazione sempre più consistente dei frutti del proprio lavoro (attestantesi, oramai, tra il 60 e il 70%, secondo diverse analisi); alla degradazione morale totale di intere categorie di lavoratori, trasformati in questuanti politici (i recenti casi Alcoa e Ilva lo testimoniano); alla miriade di presunzioni nel campo tributario e via dicendo, fino alla statalizzazione completa di alcuni settori economici.