Gli incas e lo stato collettivista

Esempi di controllo governativo sulla vita sociale ed economica sono vecchi come la storia scritta e hanno sempre caratteristiche che sono universali nei loro effetti perversi, indipendentemente dal tempo e dal luogo. Uno dei più famosi di questi episodi collettivisti è quello degli Incas e del loro impero in Sud America.

L’impero Inca nacque da una piccola tribù nelle montagne peruviane nel XII e XIII secolo. La loro era una teocrazia militare. I re Inca avevano razionalizzato, la loro regola brutale, sulla base di un mito che il dio Sole, Inti, ha avuto pietà per le persone in quelle montagne e li mandò suo figlio e altri parenti per insegnare loro come costruire case e come fabbricare prodotti rudimentali della vita quotidiana. I successivi governanti Inca allora affermarono che erano i discendenti di questi esseri divini e quindi furono ordinati per comandare e controllare tutti coloro che erano sotto il loro potere e l’autorità.

L’impero di conquista ed il collettivismo

Il quattordicesimo e soprattutto il quindicesimo e l’inizio del sedicesimo secolo hanno visto l’espansione degli Incas in un grande potere imperiale con il controllo su un territorio che correva lungo la costa occidentale del Sud America e comprendeva gran parte dell’attuale Perù, l’Ecuador, la Bolivia, il Cile e parti dell’ Argentina e della Colombia. Gli Incas furono portati al crollo nel 1530 dalla conquista spagnola sotto la Guida di Francisco Pizarro.

I re Inca, affermando di essere al tempo stesso figli e sacerdoti del dio Sole, possedevano la padronanza di tutte le persone e le proprietà nei loro domini e come la maggior parte dei sistemi socialisti nel corso della storia, hanno combinato sia il privilegio che l’egualitarismo. Quando gli invasori spagnoli entrarono nella capitale inca di Cuzco, rimasero stupiti dalla grandezza dei palazzi, dei templi e delle case della élite Inca, così come dal sistema di acquedotti e le strade asfaltate.

Ma avendo un’economia basata sul lavoro degli schiavi, Leggi tutto