La peggiore politica monetaria

Nelle analisi monetarie, il bilancio del settore bancario commerciale è solitamente tenuto separato dal bilancio della Federal Reserve (FED). Tuttavia, combinando i due bilanci potremmo ottenere molte più informazioni. In primo luogo, la somma dei volumi finanziari delle banche commerciali e della FED fornisce una comprensione (molto) migliore dell’espansione del settore monetario nel suo complesso nel corso del tempo — specialmente in tempi di crisi finanziaria ed economica

In secondo luogo, tale aggregato rivela che in tempi di crisi la banca centrale pone inequivocabilmente in cima ai suoi pensieri l’interesse del settore bancario, con le sue politiche monetarie tese a “ripristinare la salute del settore bancario.”

I. L’Espansione Monetaria Continua

 L’espansione del bilancio della FED come accaduto dalla fine del 2008 in poi non solo ha contribuito ad evitare che il settore bancario riducesse le sue dimensioni,  ma ha fatto continuare l’espansione del sistema monetario, come dimostra il grafico qui sotto.

 

La FED ha ampliato il proprio bilancio attraverso l’offerta di credito aggiuntivo al sistema bancario commerciale e attraverso l’acquisto di bond (governativi e ipotecari) da banche e non-banche. Di conseguenza, il bilancio combinato delle banche commerciali e della FED è salito a un livello record di quasi il 115% del PIL nel quarto trimestre 2011.

II. L’Aumento dello Stock dei mezzi di pagamento

 L’espansione del bilancio aggregato delle banche commerciali e della FED è stato accompagnato da un aumento dello stock dei mezzi di pagamenti che possiamo vedere nell’aggregato M1. E’ aumentato del 58% da Agosto 2008 a Febbraio 2012.

All’interno di M1, i depositi a vista sono saliti da $314 miliardi a $772 miliardi, un aumento del 146%. L’aumento dei mezzi di pagamento può essere in parte dovuto ai tassi d’interesse straordinariamente bassi (ovvero, i costi di opportunità straordinariamente bassi per il possesso di denaro).

Tuttavia, ciò può anche essere dovuto agli acquisti della FED di bond dalle cosiddette non-banche (ad esempio, famiglie private, fondi pensione e … Leggi tutto